'Practical World' True News Magazine by American Road Radio

'Practical World' True News Magazine by American Road Radio
True News about Health,Politics and War

Afghanistan, la squadra di cicliste che sfida i tabù



Afghanistan, la squadra di cicliste che sfida i tabù 



A pedali con il velo. È una creatura sportiva tra le più improbabili al mondo, senz’altro, quella che sulle strade di Kabul (e strade è dir tanto) è stata scovata di recente in un servizio della Bbc: una squadra di ciclismo femminile, l’unica in Afghanistan, alla faccia di tabù locali e pregiudizi non solo locali. Ad allenarla l’ex campione Abdul Sadiq, l’unico ciclista professionista del paese, che ha dato il via alle danze, banalmente, insegnando a pedalare a sua figlia all’età di 10 anni. Come fanno (quasi) tutti i papà del mondo, ma non quelli afghani. Qui, quella di Sadiq è stata una micro-rivoluzione a pedali che gli ha procurato non pochi guai e poche (ma buone) sostenitrici. Niente di strano: dopo la caduta dei Talebani nel 2001, in gran parte del paese alle donne è ancora vietato uscire di casa senza la scorta di un uomo. Figurarsi farlo in bicicletta.



Eppure Sadiq non molla: allena la sua squadra tre volte a settimana, nonostante le minacce e le intimidazioni («di recente ho subito anche un’aggressione» racconta) e ha già vinto competizioni a livello macro-regionale, battendo il Bangladesh e il Pakistan. Il suo coraggio cresce con quello delle ragazze: «Vogliamo correre per provare l’esperienza di essere eroine per un giorno» ha detto una delle ultime arrivate, una ragazzina di 16 anni. Altre due, sorelle, spiegano però che «non è facile, nostro padre approva ma ha contro di sé tutto il resto della famiglia». Una di loro confessa il suo sogno: «Poter andare in giro in bicicletta per il mio paese senza venire insultata per questo». La strada è lunga e ripida: ma le ragazze di Sadiq non smettono di allenarsi.
Share on Google Plus

About Pratica Radio

    Blogger Comment
    Facebook Comment

Reflex of Practical World